Moon piscina 728x90

Genere Acropora

 

sottoclasse Zoantharia
ordine Scleractinia
famiglia Acroporidae

 

classificazione clicca qui

Il Genere Acropora è quello maggiormente ricco di specie fra tutti i coralli duri e contiene  alcune delle sclerattinie a più rapida crescita. Nel reef si sviluppano in maniera veloce  formando spesso delle distese di straordinaria grandezza. Sono stati i primi coralli duri “SPS” (small polyped scleractinians, coralli duri a polipo piccolo) dell'acquario di barriera  ad evidenziare una crescita rilevante.   La caratteristica principale del genere Acropora è il polipo assiale collocato sulla punta di ogni ramo, il quale per mezzo della scissione crea dei polipi figli, i cosiddetti polipi radiali.

Questi permangono nella loro posizione mentre il polipo assiale continua a crescere verso l'alto. Nell’ Acropora le ramificazioni laterali  si formano attraverso la trasformazione di un polipo radiale in assiale che continua a crescere lungo la direzione del suo asse.


 

 



 


 


 

 


 


 

 

La maggior parte delle specie Acropora cresce in modo arborescente, alcune anche in maniera tabulare o laminare. Le più comuni forme di crescita sono: tabulare (a forma di tavola), massiccia, arborescente (arami), cespitoso (a forma di cespuglio) corimboso (con rami a forma di clava), digitato (a forma di dita), “bottlebrush” (a forma di spazzola per bottiglie) e lastriforme come pure diverse forme miste. La morfologia e la disposizione dei coralliti costituiscono una essenziale caratteristica di differenziazione, ad esempio l'angolatura dei coralliti radiali verso il ramo, il diametro del singolo corallite, il rapporto di grandezza tra i coralliti stessi (grandezza uguale o meno), disposizione (in file o irregolarmente), consistenza della parete e forma (a calice, “nasiforme”).

ll mantenimento in acquario delle singole specie di Acropora è molto diverso. Più lo scheletro è poroso, più veloce è la sua crescita e. le specie più massicce come A. humilis o A. gemmifera sono comunemente più difficili da gestire. In generale comunque  le specie a rapida crescita con scheletro poroso sono in acquario meno esigenti, maggiormente adattabili e pertanto più facili da mantenere. Per contro il veloce sviluppo di molte specie di Acropora rappresenta una vera sfida per l'acquariofilo, per l'elevato consumo di calcio e carbonati. Più cresce la colonia più aumenta il rischio della perdita tessutale nella parte bassa della stessa. La causa risiede principalmente in una mancanza di luce e corrente, e la conseguenza è una fortecopertura algale.  I granchi simbionti (di solito Tetralia spp.), non sono dannosi per le colonie .  La riproduzione del corallo attraverso la frammentazione è relativamente semplice ma i frammenti non devono essere troppo piccoli.

 
 Bibliografia: Coralli duri in acquario di Daniel Knop; Coralli guida consultazione di Julian Sprung

 

 

 

 

 

Banner

Banner
Advertisement

Usiamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito web si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Informativa sulla privacy

 Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.