Moon piscina 728x90
prevenzione malattie
Scritto da Luca Chiaravalle   

Prevenzione malattie

La cura delle malattie dei pesci d’acquario (ictio, hexamita, odinium),  siano esse derivanti da funghi, parassiti o batteri, è un argomento molto complesso e dibattuto, che interessa l’allevatore quanto l’appassionato acquariofilo.  E’ chiaro che per essi la rilevanza del problema ha un peso completamente  differente: se per l’hobbysta la perdita di un pesce coinvolge solo la sfera affettiva, per un professionista un’epidemia può mandare al vento anni di selezione. Quindi per noi acquariofili il detto “prevenire è meglio che curare” deve essere uno “stile di vita”, che ci permette di risolvere il problema alla base: evitare cioè l’insorgere delle patologie. Nel ciclo chiuso dell’acquario gli agenti patogeni si accumulano in grande quantità e i pesci, che li assumono costantemente,  sono in continua “lotta” per evitarne la proliferazione nel loro organismo e sul corpo.


 



 


 


 

 

tubo aria 2,5 ml
tubo aria 2,5 ml
€2.56
portaccessori 13 cm
portaccessori 13 cm
€10.00
gomito 90° d 20
gomito 90°  d 20
€1.01
o ring
o ring
€1.51
test EC TDS elettronico
test EC  TDS  elettronico
€23.01
iodio
iodio
€7.09
pompa 128
pompa 128
€28.06
campana aspirarifiuti 60 cm
campana aspirarifiuti 60 cm
€24.40
filpo corner
filpo corner
€40.26
diffusore d'aria
diffusore d'aria
€2.44
Subscribe Here
Joomla :


Tutti i prodotti


Ricerca Avanzata
Ricerca Avanzata (utilizza parametri preimpostati)
Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Il pesce vince questa “battaglia”   finchè viene nutrito adeguatamente e se si trova inserito in una vasca che riproduce adeguatamente il suo biotopo naturale. Quindi gli aspetti che ci aiutano nelle prevenzione dell’insorgenza di malattie nei pesci d’acquario sono:

  • ·        Allestimento biotopo
  • ·        Qualità dell’acqua
  • ·        Alimentazione

 

Il primo aspetto lo racchiuderei con un termine che nel gergo acquariofilo è molto in uso: “il fritto misto”. Troppo spesso vediamo vasche che ospitano pesci provenienti dai biotopi più disparati; abituati quindi a vivere a temperature, valori di durezza e acidità dell’acqua agli antipodi. Queste situazioni sono il primo veicolo di patologie per i pesci:  essi infatti sono talmente debilitati dal continuo sforzo di adattamento a delle condizioni fisiche di vita non adatte al loro organismo che vengono sopraffatti da qualsiasi agente patogeno presente in vasca. Come è impossibile far vivere in maniera sana un orso polare ai tropici è altresi  difficile mantenere in salute un pesce del bacino amazzonico in un acquario che riproduce biotopi dei grandi laghi africani !! La ricostruzione del biotopo, che dovrebbe dare il “la” all’allestimento di una vasca, è paradossalmente l’aspetto che maggiormente viene sottovalutato dall’acquariofilo soprattutto perché in genere  alle prime armi. Questo errore iniziale spesso però è la causa scatenante di una serie di disavventure che poi portano molti appassionati ad abbandonare questa meravigliosa avventura. Bisogna tener presente che l’allestimento di una vasca come base di partenza non deve avere le misure  del mobile che più si adattano al salotto o il colore del quarzo di fondo che si intona con le tende !!!! Il quesito di base è: “quali sono le caratteristiche del biotopo di provenienza pesci voglio ospitare nella mia vasca ?”. Tutte le risposte che scaturiranno da questa domanda daranno forma e vita al vostro acquario.

Banner
drylamp T8 15W
drylamp T8 15W
coperchio
coperchio
pumice
pumice
marea twin controler
marea twin controler
humus black 9
humus black 9

Qualsiasi biotopo abbiamo deciso di riprodurre il suo cuore pulsante sarà il filtro. Non economizziamo mai sulla qualità del filtro e dei materiali filtranti e stiamo soprattutto attenti al suo dimensionamento e maturazione. A tal proposito troverete interessanti articoli nella sezione download e guida. Una buona qualità dell’acqua non è legata esclusivamente alla presenza di un filtro adeguato; sarà infatti necessario eseguire delle costanti manutenzioni per fare in modo che la essa sia sempre ottimale.

A tal proposito rimandiamo quindi alla lettura di due articoli specifici cambio dell’acqua, test e composti azotati; in essi vengono trattai in maniera più specifica gli argomenti relativi alla manutenzione di una vasca ormai avviata e ci aiuteranno a capire come evitare pericolosi aumenti di materiale organico. Fermo restando che quanto indicato in questi articoli è la base per la corretta conduzione di qualsiasi acquario, un altro elemento importantissimo per l’eliminazione della maggior parte dei patogeni presenti in un sistema chiuso è il debatterizzatore  o lampada UV-C. Questo che per molti è considerato un accessorio, per mia esperienza è un componente base per l’acquario, che se di buona qualità e adeguatamente dimensionato elimina la quasi totalità dei batteri patogeni e una buona parte dei piccoli parassiti. Anche su l’UV-C troverete un interessante articolo nell’area download che vi permetterà di capirne il funzionamento e quindi il miglior modo per inserirlo nel vostro sistema filtro. E' inoltre consigliabile l'uso di batteri antagonisti di quelli patogeni in grado di competere con essi ed evitarne la proliferazione. Questo tipo di azione è chiaramente legata solo ad alcuni tipi di agenti patogeni, ma se utilizzati costantemnte risultano molto efficaci

Ultimo aspetto, certamente non per importanza, è l’alimentazione dei nostri pesci. Essi vanno alimentati almeno 3 volte al giorno con delle  quantità tali da essere consumate  in breve tempo e in modo da evitare che si accumulino grosse quantità di residuo sul fondo, che eventualmente andranno aspirate. Una volta appreso se i nostri ospiti sono onnivori, vegetariani o carnivori andremo a ruotare differenti tipi di mangimi adatti alla loro dieta nell’arco della giornata. Per un pesce onnivoro potremmo quindi adottare un mangime secco (scaglie o granuli) altamente proteico come primo pasto, un mangime congelato tipo pastone come secondo e un fioccato a base di spirulina come terzo. Se possibile inserire qualche altro pasto con liofilizzati quali artemia o chironomus. Importante scegliere sempre prodotti di  ottima qualità che abbiano sulla confezione indicati ingredienti e valori nutrizionali e arricchirli magari una volta al giorno con un complesso vitaminico liquido.

 

Copyright © Pianeta Acquario. E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle illustrazioni, delle foto e del testo presenti in questo sito senza il consenso dell’autore

 

 

Home Home
schede pesci schede pesci
schede piante schede piante
guida allestimento guida allestimento
tecnica tecnica
disponibilità disponibilità
offerte mensili offerte mensili
area shopping area shopping


 

contatti: staff@pianetacquario.com   Tel  0862  316095

 


 

 

Banner

Banner

Usiamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Utilizzando il sito web si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti. Informativa sulla privacy

 Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.


 

Acquista una acquario con capacità maggiore di 100 lt entro il 20 febbraio 2017 riceverai in regalo un test TDS elettronico e un test Ph elettronico